Esordio a Bergamo

Sono passati poco più di due anni ma il sorteggio resta identico: Lagonegro inizierà il suo cammino nella nuova Serie A2 nell’ostico PalAgnelli, ma con tutta la volontà di mettere in campo tanta sfrontatezza e il desiderio di ricominciare. A bocce ferme, senza nessuna classifica pregressa, la Geovertical Geosat proverà a ricalcare quella partita del settembre 2017 quando fece trepidare seriamente l’Olimpia, perdendo solo al tie-break ma quasi ribaltando i valori in campo. Due anni dopo, gli uomini di Falabella arrivano in Lombardia consapevoli della sfida ma forti di una pre-season disputata su buoni livelli e con la ciliegina dell’amichevole con la Sir Perugia.

Dal suo canto dopo due semifinali e una finale perse sul filo di lana, l’Olimpia si presenta ai nastri di partenza con ambizioni ed entusiasmo rinnovati, in un campionato completamente stravolto e carico di incognite.

La truppa orobica affidata al secondo anno consecutivo a coach Spanakis conferma al palleggio la grande esperienza ed estro di Garnica, regista italo-argentino contro il quale la Geovertical si è confrontata più volte. In arrivo da Santa Croce, è l’opposto brasiliano Da Silva, in cerca di una stagione da vivere ancor più da protagonista. In posto 4 ballottaggio a tre tra il confermato Tiozzo e i nuovi innesti Preti e Della Lunga, quest’ultimo addirittura sceso di categoria direttamente dal roster dai campioni umbri della Sir Safety. Al centro nessuna rivoluzione in atto, vista la conferma in blocco di Erati e Cargioli e il possibile inserimento di Alborghetti. Novità invece nel ruolo di libero dove continua la crescita di Pasquale Fusco, diventato a ventidue anni sempre più ricettore di primo piano per la categoria.

A Lagonegro spetta invece il compito di ‘ammazzagiganti’, per regalare una prima grande gioia ai propri tifosi e il sorriso della vittoria al primo ballo di campionato. Mister Falabella intanto ritrova il giovane talentuoso regista Zoppellari, al rientro dal Giappone con la Nazionale per la Word Cup.