Progettiamo la stagione nonostante le difficoltà

Progettare il futuro nonostante le difficoltà. E’ questo il messaggio del Presidente Nicola Carlomagno , che è già al lavoro per pianificare la prossima stagione. 

“Stiamo progettando il triennio, abbiamo obiettivi a lungo termine perché la pallavolo per noi è una responsabilità sociale nei confronti dell’intero territorio del lagonegrese. Non possiamo abbandonare un progetto fondamentale come lo è quello della Rinascita Volley , perché non si disputano egregiamente 4 campionati nazionali in serie A2. Abbiamo giocato in piazze  blasonate d’Italia , che hanno fatto la storia del volley e per noi è un grande lustro far conoscere la nostra terra e portare il nome di Lagonegro in giro per l’Italia. Ora – continua Carlomagno-  seppur siamo in una fase ancora di stallo e di parziale look down, noi stiamo lavorando per ripartire in vista della prossima stagione. Sappiamo che il prossimo campionato per noi sarà ancora più difficile perché, oltre gli effetti del Coronavirus sullo sport, noi avremo un ulteriore handicap , e cioè la mancanza di strutture dove poterci allenare. Dopo la tragedia del PalaAlberti di Lauria , ora non abbiamo nemmeno più una struttura di riferimento nel nostro territorio. In questi giorni stiamo valutando soluzioni alternative nel circondario: stiamo vagliando alcune palestre a Sapri e Casalbuno che potremmo usare per gli allenamenti. Ci vorranno opere di miglioria , ma per le gare interne dobbiamo mettere già ora in cantiere di dover andar a giocare lontano a Lagonegro , ma essendo io un Lucano fortemente convinto della mia terra, penso che ci dovremmo spostare su una città della nostra regione, che possa essere Potenza o Matera. Il prossimo anno andrà così:  lo immagino come un periodo di transizione, per capire quello che succederà a livello economico, sanitario e poi sportivo, per poi ritornare a Lagonegro in grande stile quando sarà realizzato il nuovo palazzetto. Vorrei vincere la Coppa Italia , è sempre stato questo il mio sogno, mi auguro di poterlo realizzare”.