La prima va all’Olimpia, ma buona comunque la prestazione della Geovertical Geosat

Primo set in favore dei lagonegresi che conducono sempre il gioco riescono ad imporsi sui padroni di casa. Secondo set si procede punto a punto ma nel finale i padroni di casa sigillano il set con maggiore lucidità. Nel terzo l’Olimpia questa volta sono più incisivi e i vantaggi si fanno più pesanti e questa permette ai padroni di casa di chiudere il set. Quarto set inizia prima con un importante vantaggio dei padroni di casa, ma poi sono bravi capitan Robbiati e compagni che riescono a accorciare le distanze . Solo ai vantaggi l’Olimpia riesce ad avere la meglio, seppur i biancorossi difendono con le unghie.

Inizio punto a punto per le due formazioni che si scrutano fino a quando arriva il primo allungo importante dei lagonegresi (8-11). Sul 14-10 mister Spanakis chiama il tempo e al rientro è sempre la Geovertical a condurre. Poi provano a dimezzare lo svantaggio i padroni di casa (14-16) ma Tiurin si fa sentire (15-18) e Spanakis è ancora costretto a richiamare i suoi (16-20). Il finale del set è sempre in favore dei lagonegresi che con una percentuale di attacco superiore riescono a chiudere il primo set, con Tiurin e Spadavecchia che mettono a segno 4 punti a testa.

Secondo set ancora punto a punto e come nel primo la Geovertical si porta in vantaggio (7-10) e il copione del time out si ripete. Ancora costretti a rincorrere gli orobici arrivano a -1 (12-13) e poi ribaltano il risultato 16-15 . Zoppellari con un tocco di prima riporta la parità. Poi Alborghetti trova ancora il vantaggio (18-16) e l’Olimpia prova a spingere nel finale 20-17 ma accorciano ancora gli uomini di Falabella 20-19. Un break di tre punti per l’Olimpia 23-20 , che con un attacco del 77%,  consente ai padroni di casa di chiudere il set e riportare la parità.

Terzo set inizia con tre punti consecutivi della Geovertical che poi vengono azzerati da Della Lunga con due ace. Falabella chiama il tempo al rientro due sono le lunghezze tra le formazioni . Poi L’Olimpia prova a scappare 14-10. Scambi di battute permettono ai lagonegresi di accorciare 14-12 ma è sempre la formazione di casa a dettare il gioco. Sul 19-14 mister Falabella chiama il tempo e al rientro Robbiati e compagni provano ad accorciare prima sul 22-19 e poi sul 24-22 ma l’ultimo punto è per i bergamaschi .

Quarto set inizia ancora con il vantaggio dei padroni di casa che con Wagner al servizio si portano sul 5-2 . Sul 9-5 mister Falabella chiama il tempo al rientro due punti di Tiurin portano i biancorossi sul 12-8 ma ancora l’Olimpia conduce. A metà set arriva il cambio passo per i lagonegresi : Zoppellari accorcia con un ace e 14-13 e poi arriva il pareggio. Si procede punto a punto (18-17) con Tiurin che da una parte e Wagner dall’altra che si fanno sentire. Tensione altissima nel finale: 23-22 prima poi servono i vantaggi per chiudere e nonostante l’ottima prestazione dei biancorossi il set e le gara scivola nelle mani dei padroni di casa.  Escono così a testa alta i lagonegresi che hanno disputato una buona gara, tenendo testa ad una corazzata che ambisce al salto di categoria. Buone indicazioni soprattutto in fase di muro con ben 11 messi a segno dai biancorossi e un Tiurin si conferma all’altezza delle aspettative come miglior realizzatore della gara con 28 punti.