In cabina di regia: Matteo Pedron

Dopo Calonico, le porte di casa Rinascita si aprono per Matteo Pedron, palleggiatore classe 92, originario di Padova e con una importante carriera sulle spalle . La sua carriera inizia proprio da giovanissimo a Padova a solo 15 anni ed il suo esordio nella secondo massima serie nazionale è con la maglio del Club Italia a 18. Da li in poi vari i club dove ha militato, tra cui Carpi, Materdomini, Ortona ed anche in terra lucana tra le fila della Coserplast Matera. Lo scorso anno a Tuscania , insieme a Calonico, dove sono stati protagonisti di una campionato di altissimo livello.
“mi hanno parlato bene di Lagonegro e della società – commenta il palleggiatore veneto- quest’anno allestirà un buona squadra, questo mi ha spinto a venire li”. “Il ruolo del palleggiatore è estremamente importante non a caso viene definito il regista della squadra- spiega mister Falabella- Pedron è un atleta con ottime doti fisiche e tecniche, fondamentali per il ruolo che ricopre. Siamo contenti che ha scelto di far parte della nostra squadra e di aver scelto Lagonegro come sua futura casa, sono sicuro che i nostri tifosi faranno sentire tutto il loro calore”.
“Con l’arrivo di Pedron – commenta il presidente Carlomagno – la squadra inizia a prendere forma. Ci siamo assicurati un altro giocatore con una forte spinta motivazionale ed un entusiasmo che è indispensabile per una competizione importante come la serie A2”. In tanto continuano i contatti per far arrivare a Lagonegro altri atleti di rilievo, manca poco più di un mese alla chiusura del mercato ma già questi primi due acquisti fanno ben sperare società e tifosi che non vedono l’ora di ritornare a gremire il Pala Alberti di Lauria.