Esordio col botto nella fossa del Puma!

 

Esordio casalingo per la Geovertical Geosat che inaugura la sua stagione al Pala Alberti con la premiazione di Tiurin come del miglior realizzatore 2019/2020. Vince dopo cinque lunghissimi set la formazione di Mister Falabella che gioca ad altissimi livelli e fa diveertire un pala Alberti infuocato che nel 5 set esplode completamente. Primo condotto dai biancorossi , secondo più equilibrio invece nel terzo conduce sempre la New Mater. Quarto rientrano in gara i lagonegresi con muri che bloccano gli ospiti e la gara si chiude al tie break che è a senso unico per la Geovertical.

Mister Falabella schiera il sestetto già visto con Zoppellari- Tiurn, Mazzone e Fantauzzo schiacciatori, al centro Robbiati e Spadavecchia, libero Santucci. Mister Mastrangelo rispoode con Fabroni- Morelli per la diagonale, Moreira e Vedovotto schiacciatori , al centro Cubito ed Esposito, De Pandis Libero.

Iniziano in battuta i padroni di casa con Tiurin ma è subito + 2 per gli ospiti che alzano immediatamente  la saracinesca. Ci pensa Tiurin  a ripristinare la parità 4-4.  Si va avanti punto a punto ma è l’ex biancorosso Cubito a riportare i pugliesi nuovamente in parità 6-6. È un botta e risposta tra le due formazioni che continuano a studiarsi a vicenda, complici errori in battuta e in attacco da entrambe le parti si gioca punto a punto fino al 12mo. I lucani iniziano a imporsi ad i loro avversari: è Mazzone a trascinare i suoi  sul primo + 2 del set 14-12. Nelle fasi centrali è sempre la Geovertical-Geosat ha conservare il vantaggio seppur minimo 18-17. Il gioco riprende con una spettacolare performance di Tiurin, una diagonale potente e stretta punisce i pugliesi, il pubblico inizia a farsi sentire è 21-19 per i lagonegresi. Mazzone e Tiurin sono  scatenati nel finale e la New Mater non riesce a contenerli siamo a solo due dalla vittoria del set. Mastrangelo chiede la sospensione del gioco per i canonici 30 secondi per far rifiatare i suoi. Al rientro anche se Vedovotto cerca di accorciare le distanze è 24-23, Morelli ripristina la parità sul 24 per la New Mater. Il gioco diventa incandescente sul finale si gioca a suon di nervi punto a punto, nessuna delle due sembra arrendersi si prosegue fino al 30 pari. Sul 30 pari Falabella cambia Spada per Ramberti. Ci da una mano Fabroni in battuta  mandando la palla  direttamente in out. E’ Tiurin con un ace  a sancire la fine del gioco per il primo set.

Riprende il gioco sul taraflex con la New Mater al servizio, l’inizio di questo secondo set sembra la continuazione del primo si gioca punto a punto, ma è sempre la New Mater a portarsi per prima in vantaggio 5-7. Mazzone in diagonale ribadisce ai suoi avversari che è parità 11-11. Sono gli ospiti ad essere più incisivi nella parte centrale e Falabella prova a rimescolare le pedine entra Maccarone al posto di Spadavecchia. I Pugliesi non si lasciano intimorire e continuano a macinare punti 14-18. Tiurin dagli 8 metri con un ace riduce al minino lo svantaggio 17-18, Mastrangelo così chiama il tempo, nessuna delle due squadre prevale sull’altra si procede punto a punto al 20-21  ma quando gli ospiti scappano nuovamente sul finale riportandosi sul 21-23 Falabella ferma il gioco, al rientro i pugliesi non perdono la contrazione e fanno segnare la parità nei parziali.

Il terzo si riapre  a favore degli ospiti  3-5 che approfittano di  distrazioni in difesa della Geovertical-Geosat. I padroni di casa fanno fatica a rintracciare la brillantezza del primo set e concedono spazio ai loro avversari 7-10. Sul +4 Falabella chiama il tempo e al rientro Robbiati accorcia con un muro a tre ben piazzato (9-12). Sono sempre però gli uomini di Mastrangelo a condurre il set con 10-17. Mazzone cerca di far reagire i suoi compagni, ma con il vantaggio accumulato  è facile chiudere il set per gli ospiti.

Nell’inizio del 4 set i padroni di casa tengono testa agli avversari, gli uomini di Coach Falabella  impediscono già dalle prime battute di far prendere il largo New Mater alla 5-6. Robbiati prima dal centro e  poi ace fa registrare sul tabellone la parità 9-9. La Geovertical-Geosat alza consecutivamente muro 11-9, il pubblico fa sentire la sua voce ai suoi beniamini. Falabella preferisce fermare il tempo in fase centrale di gioco, i suoi ragazzi non lo deludono si prosegue di parità in parità 16-16. Mazzone manda out la diagonale ma ci pensa Spadavecchia a ripristinare partità. Falabella richiama i suoi in panchina, il gioco riparte con il vantaggio di + 2 per i pugliesi, nelle battute finali Spadavecchia lascia il possto a Ramberti, Tiurin si oppone facendo muro 21-21. Maccarone prende il posto di Zoppellari su 22 pari. Tiurin traina i biancorossi in vantaggio 24-23. Mastrangelo ferma il gioco. Il gioco riprende con tensione per le due formazioni, errori in battuta da una parte e poi dall’altra, è Tiurin a ripristinare la partità 28 pari, Falabella fa appello al  videocheck chiamando il tocco a rete della New Mater  che è visibile,  così  il PalAlberti è in apoteosi  e i loro pupilli non possono deluderlo. Tiurin lo fa esplodere mettendo a segno l’ultimo punto decisivo.

Si gioca tutto al tie break gli uomini di Falabella si impongono con  determinazione facendo il loro gioco, ben disposti in campo non concedono più nulla 5-1. Robbiati dagli 8 metri è scatenato mette a segno Ace. La Geovertical -Geosat  corre spedita, gli ospiti non le stanno dietro 10-4. Sul finale Quartarone per Esposito, i pugliesi riducono un po’ lo svantaggio nel finale 14-8, ma è la festa dei biancorossi che fanno esplodere il Pala Alberti.

“Ci siamo detti di giocare contro tutti e non aver  paura di nessuno- spiega Falabella- abbiamo giocato a viso aperto eccetto un set in cui siamo andati in difficoltà. Tutti gli altri li abiamo giocati lottando fino alla fine in un palazzetto davvero bellissimo. Loro hanno nel roster tutti giocatori che devono vincere la categoria, quindi devi rischiare qualcosa , noi abbiamo rischiato al servizio e qualche errore in più devi concederlo. In questo campionato non ci sono partite facili , quindi alla fine non bisogna avere nessuna paura reverenziale , questa sera abbiamo meritato la vittoria”, conclude Falabella che domani lascia i suoi liberi per riprendere ad allenarsi martedì in vista della gara contro Claci di domenica prossima.

Geovertical Geosat Lagonegro: Mazzone 17, Condorelli (L), Spadavecchia 9, Ramberti, Santucci (L), Maccarone 1, Fantauzzo 7, Vecellio, Tiurin 28 , Zoppellari 4, Robbiati 16. All. Falabella

 Castellana Grotte: Fabroni 2, Vedovotto 17, Esposito 8, Morelli 32, Moreira 18, Cubito 7, De Pandis (L), Del Vecchio 3 , Quartarone , De Togni ,  De Santis (L), Cascio, Imbesi, Agrusti. All. Mastrangelo

33-31, 22-25, 17-25, 30-28, 15-8

3-1

36’. 28’, 26’, 39’, 13’ tot 2 h 22’

Lagonegro: 8 muri, 6 Ace, 17 Errori in battuta, 55%Attacco, 54% (40%)Ricezione

New Mater : 8 muri, 2Ace, 20 Errori in battuta, 59 %Attacco, 46% (29%)Ricezione