Ancora cinque set per i biancorossi che riescono a mettere in difficoltà Argenta e compagni e tornano dalla toscana con un punto guadagnato al cospetto di una corazzata. Inizio equilibrato e non appena la Peimar prova a scappare i lagonrgesi si fanno sentire, ma il margine troppo ampio lascia il set a Coscione e compagni. Secondo invece inizia ancora con la Peimar che vuol condurre, ma deve fare i conti con Tiurin e il muro biancorosso che blocca gli attacchi avversari e Robbiati e compagni riportano in parità la gara. Terzo set condotto sempre dai lagonegresi con 5 lunghezze di vantaggio si fanno recuperare nel finale , quando sul 23 pari la situazione si ribalta e con due punti la Peimar chiude il set. Nulla di perso per gli uomini di Falabella che rientrano in campo con rinnovata grinta nel quarto riuscendo ancora a condurre: il muro fa la sua parte , Tiurin è ancora il miglior realizzatore del set e la gara va al tie break. Subiscono la partenza a razzo della Peimar i lagonegresi che si trovano sul 6-1 firmato Argenta. Provano ad accorciare ma Fedrizzi eLe cat soprattutto al servizio mettono in difficoltà la Geovertical che chiude la gara comunque con un punto guadagnato. 

CRONACA DEL MATCH 

Mister Gulinelli  sceglie la diagonale Coscione- Argenta , schiacciatori Fedrizzi e  Lecat , Barone e Masca al centro libero Tosi. Gli risponde Falabella con il solito sestetto che prevedo Zoppellari-Tiurin, Mazzone-Fantauzzo, Robbiati- Spadavecchia al centro e Santucci libero.

All’inizio i lagonegresi registrano il + 2 con Tiurin 2-4. Si continua a giocare punto a punto fino al 10 punto per gli ospiti e falabella ferma il tempo, al rientro sul taraflex i suoi uomini lo prendono in parola e Mazzone dimezza lo svantaggiose + 3 13-12. Argenta al servizio mette in difficoltà la Geosat-Geovertical ed è subito + 4 (18-14) e quando scappano i toscani Falabella chiama il tempo. Sempre l’opposto nazionale si mette in evidenza nel finale e il set scivola nelle mani della Peimar. 

All’inizio del secondo è ancora la Peimar a portarsi in vantaggio murando Tiurin. Continua la serie positiva della Peimar con una freeboll di Argenta 6-1. Falabella dalla panchina da indicazioni ai suoi, Spadavecchia con un ace riduce la svantaggio 6-4. Il primo punto a doppia cifra è dei padroni di casa 10-8. L’ottima difesa della Geovertical-Geosat si fa vedere e non lascia angoli di campo.Santucci prende palloni inarrivabili, il muro a tre inizia a bloccare gli attacchi avversari  ma a stravolgere il risultato è Fantauzzo sul 12-13. I lucani fanno vedere agli avversari che sanno imporsi a muro, non passa nemmeno Argenta 12-15. Fedrizzi cerca di mettere in difficoltà dagli 8 metri Fantauzzo, ma ci pensa Tiurin con diagonale a devastare la difesa avversaria, Mazzone aiuta intercettando le mani del muro (16-20) . Doppia difesa a muro , sei muri solo in questo set,  e la Geovertical Geosat  si oppone ai padroni di casa con un + 6 sul finale (17-23) che poi permette ali uomini di Falabella di pareggiare i conti nel computo dei set.

Inizio equilibrato nel terzo set Mister Giulinelli scambia la diagonale con  Ciulli al posto di Coscione e Sideri al posto di Argenta. Un lungo scambio con un attacco di Fantauzzo segno il + 2 per  Geovertical (2-4) . Mosca invade il campo opposto, Mazzone va a segno (4-8)  e il muro biancorosso continua a macinare punti 4-9. Gulinelli gela il tempo. Al rientro il muro a 3 dei biancorossi su Lecat fa segnare il massimo vantaggio per la Geovertical (5-11).  Ciulli dagli 8 metri inizia a mettere un pò in difficoltà la ricezione della Geosat-Geovertical, lo svantaggio si lima (con i soliti servizi di Fedrizzi e Lecat (9-13). Continua a tenere i punti di scarto la Geovertical ma Fedrizzi prova ad accorciare 17-18. Barone poi trova il pareggio sul 20mo punto , Tiurin riposta i suoi sul 21-22: un’azione spettacolare con recuperi riporta le due formazioni in parità (23-23), poi il servizio di Lecat mette in difficoltà la ricezione dei biancorossi ed il parziale solo nel finale si ribalta. La Peimar vince il set con notevole rammarico per i biancorossi. 

Quarto set inizia con la stessa formazione nel 3 set per la Peimar con la diagonale Ciulli- Sideri. La prima occasione di allungo è della Peimar 4-2 ma poi Tiurin e Robbiati portano i biancorossi in vantaggio 4-6 e mister Giulinelli sceglie di cambiare la diagonale: si rivedono Coscione-Argenta nuovamente in campo. Il centrale della Peimar Barone riporta la parità sul decimo punto e con due ace porta i suoi sul 12-10. Dall’altra parte risale in cattedra Tiurin che con una diagonale stretta riporta i suoi 12-11 e poi si carica letteralmente la squadra , il capitano Robbiati che a muro non lascia passare più nessuno. Tre muti e si arriva 13-18 con mister Gulinelli che chiama i 30’ e al rientro Fedrizzi con un ace prova ad accorciare (15-18). Poi Mazzone con due attacchi va a segno : è 15-20. Quando il vantaggio si assottiglia, con Argenta che porta i suoi sul 18-23, mister Falabella chiama il tempo e al rientro ci sono una serie di servizi a rete da entrambe le parti. Il vantaggio dei lagonegresi è però alto, tanto che i biancorossi chiudono il set e la gara si decide al tie break. 

Quinto set inizia con un 3-0 per la Peimar che viene sbloccato da Tiurin , ma è sempre la formazione di casa a condurre. Così Falabella chiama il tempo sul 5-1. Al cambio cambio sono Coscione e compagni a condurre 8-4. Più incisivi i padroni di casa con Fedrizzi che al servizio mette a segno un ace 11-6. Lecat poi sigla il 14-9 e poi Fedrizzi chiude la gara. 

Peimar Calci: Lecat 12, Coscione 1, Argenta 14, Zanettin,  Ciulli 1, Nicotra, Razzetto, Sideri 1, Barone 14, Tosi (L), De Muro (L), Mosca 8,  Fedrizzi 20 . All Gulinelli 

Geovertical Geosat Lagonegro: Mazzone 17, Condorelli (L), Spadavecchia 11, Ramberti, Santucci (L), Maccarone, Fantauzzo 6, Vecellio, Tiurin 27 , Zoppellari 3, Robbiati 9 , Ladaga . All. Falabella

25-17, 19-25, 25-23, 21-25, 15-9

3-2 

25’, 26’, 31’, 30’ , 16′ 2h 08’

Lagonegro: 14 muri, 2 Ace, 21 Errori in battuta, 46 %Attacco, 38% (17%)Ricezione

Calci  : 8 muri, 10 Ace, 20 Errori in battuta, 44 %Attacco, 61% (33%)Ricezione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *