Ritorna a giocare tra le mura amiche la Geosat Geovertical che vuole e deve riscattarsi davanti al proprio pubblico domenica contro il Roma Volley a partire dalle ore 18,00 . Ancora una volta l’arma in più dei biancorossi sarà il pubblico del Pala Alberti che come nell’esordio affollerà i nuovi spalti del palazzetto lauriota. “Abbiamo un’occasione di riscattarci dopo la sconfitta di domenica scorsa- spiega Falabella- e ci teniamo a far bene davanti al nostro pubblico, che già ci ha mostrato quanto tiene a noi e quanto possa contare il volley nel nostro territorio. Non bisognerà pensare alla classifica , ognuno vuole fare il suo gioco e portare punti a acsa, per questo non bisognerà sbagliare nulla, né abbassare la guardia”.

La formazione capitolina infatti scende in Basilicata con due sconfitte su due partite e con zero set all’attivo, ma scorgendo i nomi del roster non c’è comunque da dormire sonni tranquilli. La cabina di regia sarà probabilmente affidata all’esperto trentottenne Joel Bacci, tornato in Serie A2 dopo sette anni. L’opposto è la leggenda Michal Lasko, bronzo con la nazionale ai giochi di Londra 2012 e autentica icona della pallavolo che torna a giocare una stagione in Italia dopo parecchi anni vissuti tra Polonia, Cina e Russia. In dubbio però la sua partecipazione, visto che non ha giocato l’ultima partita contro Spoleto per problemi fisici , a sostituirlo, in questo caso, sarà Tozzi. Comparto schiacciatori formato dal brasiliano Enrico Zappoli, ex compagno di squadra di Galabinov e Boswinkel a Bolzano e al suo fianco Lorenzo Rossi, classe ’90 che torna in serie A dopo l’esperienza con Tuscania. Al centro prenderanno posto Giancarlo Rau e Federico Antonucci, entrambi con una già buona esperienza sulle spalle maturata dopo tanti campionati di serie B.   Guiderà il reparto difensivo il ventiduenne libero Giacomo Titta, al debutto assoluto in seconda serie nazionale. Dal suo canto mister Falabella avrà l’intera rosa  disposizione, solo nei minuti precedenti la gara si sapranno i sei scelti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *