Un perentorio 3-0 non lascia passare i lagonegresi sul campo del Brescia che esordiscono in casa con una vittoria. Lagonegresi sottotono nei primi due set, la reazione è a tratti ma Milan e Cisolla passano troppo spesso nel muro biancorosso. Buono l’avvio del terzo set per gli uomini di Falabella ma poi vengono recuperati dai tucani che al servizio sono decisivi con 8 ace a cui si accompagno il fondamentale del muro spesso incisivo nel bloccare gli attacchi dei martelli lucani.  Una vittoria che conferma l’ottimo stato di forma dei Bresciani e la rosa di assoluto talento che sicuramente sarà tra le favorite alla scalata finale.

 

CRONACA DEL MATCH

La gara inizia con un vantaggio dei padroni di casa che costringe Falabella a chiamare il punto sul 6-2, quando al servizio c’è Cisolla che si ferma solo quando il servizio va fuori (7-3). Milan a muro blocca Glabinov e il vantaggio è sempre per il Brescia con Tiberti che sceglie a turno i suoi per mettere giù la palla. Non restano però a guardare i lagonegresi che accorciano le distanze e arrivano a-1 con Boswinkel e Marra che a muro non lascia passare Cisolla (11-10) . Mister Zambonardi chiama il tempo. Al rientro Cisolla prima con una diagonale poi in parallela sigla il 16-12. Mantengono le distanze i padroni di casa e nella parte finale del set troppi errori al servizio e poca lucidità dei lagonegresi, che non vanno oltre un attacco del 36%, permettono al Brescia di chiudere facilmente il set sul 25-19.

 

Secondo set fotocopia del primo con il vantaggio di tre punti subito per i bresciani con Bisi che passa facilmente sul muro di Lagonegro e Falabella ancora costretto a chiamare il tempo sul 9-3. Il tecnico lagonegrese sceglie di far entrare Del Vecchio al posto di Galabinov, ma dall’altra parte Milan continua a castigare la difesa biancorossa e sigla il 12-6 con un ace. Dall’altra parte però i lagonegresi reagiscono e con il muro di Barreto si va al 13-9 e Zambonardi chiama il tempo per spezzare il break della Geosat Geovertical. Al rientro è ancora dominio Brescia che con il muro di Valsecchi, non lascia passare i martelli biancorossi. Doppio cambio in casa Lagonegro per la diagonale opposto-pallegiatore: entra Maccabruni e Di Coste per Pedron-Boswinkel:  proprio il giovane Di Coste mura Cisolla (19-12). Il muro lagonegrese continua a fare strada, ben 4, che con quello di Marra la Geosat va sul 19-15. Nel momento di black out bresciano sale in cattedra il solito Cisolla (21-15) e Falabella lascia rientrare Pedron- Boswinkel ma i due martelli Milan e Cisolla castigano ancora una volta i lagonegresi, che cedono anche il secondo set.

 

Terzo set rientra Galabinov e iniziano con un piglio diverso i lagonegresi che si portano sul 3-5. Pedron più volte chiama Calonico e il centrale biancorosso si fa trovare pronto (4-7). Galabinov questa volta è più incisivo (5-9) . Brescia prova il recupero con Milan al servizio con due ace (8-9) e Falabella chiede il tempo. Esordisce tra le fila bresciane Mijatovic che sigla il pareggio locale (10-10). Dall’altra parte gli risponde Galabinov che ritrova la parità 12-12. Con Bisi però i Bresciani si riportano in vantaggio 15-12 e i tre punti di vantaggio dei tucani continuano anche nella fase centrale del set. All’allungo del Brescia arriva sul 23-18 con il solito muro di Valsecchi che continua a opporsi agli attacchi degli ospiti e con l’ultimo punto bresciano sigla la vittoria finale del match.

“Abbiamo messo in campo una prestazione sicuramente al di sotto delle nostre possibilità- spiega Falabella a fine gara- ma dall’altra parte sappiano che c’era una formazione impeccabile sui fondamentali del servizio e del muro-difesa che spesso non ci hanno permesso di fare il nostro gioco. Da domani analizzeremo la gara per raddrizzare quanto non ha funzionato  e ripartiamo lavorando alla prossima gara contro il Roma volley”.

 

Centrale del latte Sferc Brescia: Signorelli 3, Catellani, Zanardini, Rodella, Tiberti 4, Crosatti, Bellucci, Valsecchi 10, Bisi 11, Scamferla, Statuto, Candeli, Bergoli, Milan 16, Cisolla 11. Tasholli, Mijatovic 1, Cruz. All Zambonardi

Geosat-Geovertical Lagonegro: Maccabruni, Fortunato, Calonico 7, Ribezzo, Del Vecchio, Pedron  Boswinkel 7; Turano, Di Coste 1, Maiorana, Sardanelli, Marra 7, Galabinov 8, Barreto 7. All. Falabella

 

Brescia :  12 Muri, 8 ace, 13 errori in battuta, 53% in attacco, (64%) 23% ricezione

Lagonegro: 6 Muri,  1 ace,   11errori in battuta , 38% in attacco, (42%) 22% ricezione

 

Tot spettatori 800

 

25-19, 25-16, 25-18

26’,28 ’, 26’ TOT 1 H 20’

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *