Pag Taviano – Geosat Geovertical Lagonegro 3-2

Pag Taviano – Geosat Geovertical Lagonegro 3-2

Pag Taviano : Percoco, Avelli, Musardo, Beltrami, Astarita7, Torsello 10, Bigarelli 23, Ruiz 19, Mariella 3, Smiriglia5, Piedapalumbo 1. All. Lichelli.

Geosat Geovertical Lagonegro: Kindgard 5, Milushev 23, Boscaini5, Fabi8, Giosa, Fortunato, Amouah, Maiorana6, Copelli6, Leone, Sardanelli, Holt 18, Roberti1 All. Falabella

NOTE: Lagonegro Muri 10, ace5 , errori in battuta 13, 48 % in attacco ,in ricezione (15%) 40 %;
Taviano Muri 11, ace 8, errori in battuta 13, 44 % in attacco, in ricezione (20%)38 %.
Durata set : 20’, 28’,31’,30’ 17’ 2h 06’
Arbitri: Caretti Stefano Di Blasi Giuseppe Maria
200 spettatori circa
Ritornano dalla Puglia con uno solo punto gli uomni di Falabella che comunque sono protagonisti di un’ottima rimonta dopo essere sotto di due set. Recupa lo svantaggio con gli “stranieri” la Geosat Geovertical , che dopo una falsa partenza riprendono in mano le redini del loro gioco come dimostrano le percentuali e lo score finale che tra le due formazioni si equivalgono. “Qualche rammarico sicuramente nell’ultimo set- come sottolinea Falabella- ma dobbiamo salvare una reazione del gruppo che è servita a non abbattersi e a rimmetersi in carreggiata”.
Primo set ancora con i fantasmi della settimana scorsa dal 7-3 i lagonegresi non riescono più a fare il loro gioco : Ruiz mette a segno due ace e si arriva sul 3-9, un vantaggio che difficilmente riescono a colmare Boscaini e compagni che giocano ancora al di sotto delle loro potenzialità. E così troppi spazi vuoti restano nella metà campo lagoengrese che cede il primo set ai padroni di casa.

Stesso copione nel secondo set con il Taviano che trova il rpimo alungo sul 8-5 e i lagonegresi ancora sono lì a rincorrere . Sul 11-5 Falabella fa entrare Roberti al posto di Milushev e Leone subentra a kindgard sul 11-8. Falabella poi seglie di far subetrare Maiorana , che prende anche la fascia di capitano , al posto di Boscaini che non riesce a essere incisivo come al suo solito in ricezione. Dall’altra parte a fare la voce grossa è sempre Ruiz che sul 20-11 continua a imporre il proprio gioco e nonostante i lagonegresi provano al accorciare si va sul 23-17 e poi i pugliesi chiudono in scioltezza anche il set.

Nel terzo la storia cambia per gli uomini di Falabella che finalmente conducono il set e il punteggio è più equlibrato. Si procede con sole due lunghezze di distanza ma per la prima volta nella gara sono Maiorana e compagni a portarsi in vantaggio: 9-11 il Lagonegro infila un break e la serie positiva dei biancorossi continua e arriva il primo importante allungo (9-14). Milushew riprende a metter giù palle e accompagnato da Holt fa volare i suoi sul 13-19. Gli uomini di Falabella subiscono poi il recupero dei padroni di casa (20-23) ma gli ultimi due punti sono sempre a firma bulgare e la gara si riapre.

Il quarto set è inizialmente più equilibrato fino a quando il Taviano non trova il primo vantaggio 9-6 e continua a mantenerlo anche nella fase centrale del set. I lagonegresi si scuotono e con un moto di orgoglio ribaltano il set portandosi prima in parità sul 18 punto e poi conducono nella parte finale con Holt e Mmilushev ancora decisivi con percentuali che aumentano soprattutto in attacco e la Geosat Geovertical fa suo il set riuscendo a rimettere in parità la gara che ora è sul 2-2.

Il tie break è sicuramente una lotta a chi ha più energie da spendere e ben presto i padroni di casa si impongono con il solito Ruiz sul 6-3. Il minimo scarto i lagonegresi lo ottengono sul 6-8 ma poi Maiorana e compagni non riescono a frenare gli avversari e con una ricezione spesso imprecisa permettono al Taviano si portarsi vicino alla vittoria finale, che poi viene decretata da un video check sull’ultimo attaco dell’americano della Geosat che a fine gara comunque risulta essere il secondo miglior realozzatore con 18 punto, seguito dal bulgaro che ne mette a segno 23 come Bigarelli tra le fila del Taviano.
“Volevamo dimenticare la bruttta prestazione di domenica scorsa e in parte ci siamo riusciti – sottolinea Falabella- certo ci aspettavamo di poter ottenre di più in chiave del punteggio, ma sappiamo che questo è un campo difficilissimo e che quando giochi sotto pressione deve essere preciso in tutti i fondamentali, senza blagliare come purtroppo abbiamo fatto nel primo e in parte nel secondo”. Dopo Taviano per gli uomini di mister Falabella bisognerà pensare ben prsto ad un altro campo dove andare a ricercare quanti più punti possibili che è quello dell’Ortona, dove giocheranno domenica sera dalle 19,30.