Mandiamo in A3 anche il Macerata, vinta gara 2!

Tenacia, coraggio e tanta testa sono gli ingredienti di un gruppo che ancora una volta ha saputo domare un avversario caparbio fino all’ultimo pallone. Le parole di mister Falabella risuonano ormai da due settimane, tutte finiranno al tie break perchè nessuno vuole mollare e ancora una volta la Geosat Geovertical ha mostrato di avere i nervi saldi e chiudere anche la gara 2 dei quarti in casa delle Menghi Shoes Macerata.

Inizia bene la formazione di Falabella che con Del Vecchio e Kadandov arrivano sul primo vantaggio 4-7 e costringono mister Di Pinto a chiamare il tempo. Al rientro arriva prima il pareggio e poi il vantaggio locale. Una serie di palle messe fuori da parte dei lagonegresi danno ai padroni di casa la possibilità di andare in vantaggio (16-11). Falabella chiama i suoi ma al rientro Casoli castiga ancora con una diagonale i ricettori biancorossi che in ricezione fanno ora molta difficoltà e subiscono anche un ace di Molinari (20-12). Nel finale di set i lagonegresi provano ad accorciare con Galabinov e Kadandov ma poi la Menghi facilmente si aggiudica il set.

Secondo set inizia in equilibrio poi sale in cattedra il bulgaro Kadankov e si arriva sul 6-9 . Gli attacchi della Menghi con Valchev e Bussolari vengono dall’altra parte annullati da Galabinov e dai due centrali della Geosat e si arriva sul +3 per Lagonegro. Mister Di Pinto sceglie di cambiare la cabina di regia e si vede Miscio al posto di Partenio ma mantengono ancora le distanze gli uomini di Falabella che con Del Vecchio arrivano al 17-13. Gli attacchi di Tiurin accorciano le distanze 20-18 e poi due ace di Casoli accorciano le distanze  per la Menghi che pareggia sul ventesimo punto. Nel finale Del Vecchio prima e un muro di Calonico bloccano gli attacchi dei marchigiani e con Kadandov i lagonegresi chiudono il set e ritrovano la parità.

Terzo set inizia in favore dei padroni di casa che con Tiurin, miglior realizzatore dei marchigiani,  trovano un buon vantaggio ( 11-8). Per la Geosat sale in cattedra Calonico che trova la parità sul 15-15. Dall’altra parte della rete Valchev e un muro su Galabinov riportano la Menghi sul 17-15. Mister Falabella chiama il tempo sul 19-16 e al rientro l’opposto Geovertical con un pallonetto riporta a -2 la distanza tra le due squadre. Il solito Tiurin trascina i suoi nel finale del set (22-18) che così scivola nelle mani della formazione di mister Di Pinto.

Quarto set inizia con la Geovertical che parte meglio e costringe mister Di Pinto a chiamare il tempo sul (1-4). Il solito Kadankov con 24 punti personali , fin ora, porta i suoi sul 4-8 e dopo l’attacco di Calonico e il muro a 3 dei biancorossi la Geosat va a +6 (4-10). Mister Di Pinto sceglie di far uscire Valchev e al suo posto inserisce Nasari ma sono sempre i lagonegresi a condurre il gioco. Kadankov va a segno anche con il pallonetto  (6-13) e dall’altra parte prova a rispondere Tiurin ma non è incisivo come in precedenza ed il gioco è sempre dei lagonergesi (9-17). Si raddoppia il vantaggio della Geovertical che con Galabinov si porta sul 14-23 poi ci pensa Del Vecchio a chiudere il set e a rimandare il risultato ancora al tie break.

Quinto set inizia bene la Geovertical (3-6) grazie a due punti consecutivi di Calonico che mura Tiurin ma poi la Menghi riporta la parità sul sesto punto. Al cambio campo sono i lagonegresi ad essere in vantaggio ma di una sola lunghezza poi un ace di Pedron riporta gli uomini di Falabella a +2 (8-10) . Galabinov sigla 8-11 e mister Di Pinto deve richiamare i suoi ma al rientro ancora Marra  e un muro di Kadanvok blocca l’attacco della Menghi (9-13). Falabella non appena avverte che i padroni di casa possono riprendere terreno richiamo i suoi per i 30’ secondi e un attacco murato di Del Vecchio segna il -1 per la Menghi. Ma nel finale sono ancora Kadankov e poi Marra che con un ace a chiude la gara ancora con un tie break. Geovertical che così manda Macerata in A3, chiudendo  la serie dei quarti con una gara di anticipo rispetto alle tre previste. Ora appuntamento domenica prossima 28 Aprile al Pala Alberti contro il Livorno per l’ultima serie di gare che mettono in palio un posto per l’A2.

MENGHI SHOES MACERATA: Franceschini 5, Nasari , Valchev  15, Casoli 13, Miscio, Tartaglione, Condorelli, Molinari 1, Tiurin 27, Bussolari 2 , Partenio 5,  Gabbanelli (L). All: Di Pinto

Geosat-Geovertical Lagonegro: Maccabruni , Fortunato (L), Calonico 13 , Del Vecchio 9, Pedron 1,  Turano , Maiorana , Sardanelli (L), Marra 9, Galabinov 12, Kadankov 33 . All. Falabella

Lagonegro 13 muri, 4 ace,  18 errori in battuta, 54% in attacco, 49% (24%)in ricezione

Macerata  6 muri,  8 ace, 14 errori in battuta, 47% in attacco,  45% (20 %) in ricezione

25-17, 22-25, 25-19, 16-25, 12-15

2-3

25’, 27’, 26’, 23’, 18’ 1h 59’