Amaro finale, siamo in A3 ma con grande onore e cuore !

 Geosat-Geovertical Lagonegro: Maccabruni, Fortunato, Calonico 7, Del Vecchio 14 , Pedron 2, Kadankov 17, Turano, Maiorana, Sardanelli, Marra 4,  Galabinov 8, Ribezzo. All. Falabella

  Acqua Fonteviva  Apuana Livorno: Briglia, Loglisci, Moscione , Grieco, Paoli 5, Zonca 20, Bacci , Minuti, Wojcik 25, Pochini, Jovanovic 3, De Sanctis 11, Facchini, Maccarone 7. All Montagnani

 Lagonegro 10 muri, 2 ace,  16 errori in battuta, 43% in attacco, 39% (15%)in ricezione

Livorno 10 muri,  13 ace, 23 errori in battuta, 42% in attacco,  62% (41%) in ricezione

 21-25, 25-21, 23-25, 22-25,

1-3  

24’, 25’, 30’, 26’

tot  1h 45‘

  

La dura legge del Volley. Cancellate le dieci vittorie consecutive e ad un passo dalla promozione la Geosat Geovertical non è riuscita a centrare il traguardo più ambito. “Non siamo riusciti ad arrivare al meglio alle finali- spiega Falabella– è una formula spietata che cancella tutto e quanto di buono fatto in regular season ma la formula è così, e purtroppo abbiamo sbagliato le due partite più importanti. Però vanno fatti i complimenti ai ragazzi per la stagione incredibile che hanno giocato, peccato e amarezza per questa finale per un pubblico così importante, ma onore a tutti. Loro hanno giocato una partita in battuta eccezionale, rischiando il tutto per tutto, andando a cercare la vittoria”.

Mister Montagnani sceglie la diagonale Jovanovic- De Sanctis, schiacciatori Zonca-Wojcik,  centrali Miscione e Paoli ed infine Pochini libero.

Mister Falabella sceglie il sestetto dell’ultima gara dovendo ancora fare a meno di Barreto quindi sceglie Pedron-Kadankov, Galabinvo e Del Vecchio schiacciatori, Fortunato e Sardanelli a scambiarsi il ruolo di libero.

Inizio equilibrato per la  Geosat Geovertical fino a quando per gli ospiti non va al servizio Zonca e con tre ace porta i suoi sul 4-7 e Falabella chiama il tempo. Kadankov e Galabinov accorciano le distanze e arriva nuovamente il pareggio. Del Vecchio sigla il 12-10 ma poi gli ospiti pareggiano nuovamente. Il muro di Galabinov blocca l’attacco livornese (16-13) . Accorciano gli ospiti con un Wojcik al servizio molto incisivo che con due ace pareggia i conti (20-20). Il servizio del polacco fa un buco nella difesa lagonegrese con 4 ace e così la Fonteviva mette giù palle pesanti e il set scivola nella mani degli ospiti.

Secondo set in parità fino a prima vantaggio 9-6 grazie alla diagonale di Kadankov. Il bulgaro poi si mette in evidenza anche a muro ed è 16-11 e Montagani corre ai ripari. quando Zonca va al servizio il margine si assottiglia 17-15 , Falabella chiama il tempo ma al rientro è Calonico a muro a fermare i toscani. De Santis prova a accorciare 20-16 ma è sempre il bulgaro lagonegrese a andar a segno (23-18). Il set così è dei lagonegresi che rimettono in parità la gara.

Terzo set inizia con il vantaggio ospite 4-7 con il bulgaro Geosat che viene bloccato del muro livornese. Del Vecchio in parallela accorcia 5-8 e poi Kadankov ritorna ad andare a segno (6-9). Falabella quando gli avversari provano a scappare (6-11) corre ai ripari e chiama il tempo al rientro i lagonegresi si portano a -1 . Un attacco di Zonca e un ace di De Santis permettono ancora agli ospiti di portarsi in vantaggio (10-15). Calonico a muro porta i suoi a -3 e le distanze si mantengono  tali ..20-22 Montagnani fa entrare Loglisci al posto di Wojcik e dall’altra parte si vede anche capitan Maiorana al posto di Galabinov. Provano la rimanta i biancorossi e si passa dal 21-24 al -1 Geovertical (23-24) quando  Montagnani chiama il tempo al rientro a decidere le sorti del set ci pensa la tecnologia che decreta la vittoria degli ospiti.

 

Inizia in favore del Livorno il quarto set che con due lunghezze conduce poi Galabinvo e Kadankov portano i lagonegresi sul 13-12 . Si procede così punto a punto una diagonale di Del Vecchio è out segna il+2 Fonteviva. Wojcik miglior realizzatore mette a terra il 17-20 e una diagonale di Kadankov ancora in out è 17-21. Falabella chiama il tempo e al rientro i lagonegresi incalzano così si arriva alla parità sul 21 punto e ora è Montagnani a chiamare i suoi. Al rientro spingono ancoro i toscani e nel finale De SAntis e Paoli chiudono la gara decretando così la vittoria e la salvezza della Fonteviva che sarà la 12 squadra di A2.

“C’è tanta amarezza- commenta il Presidente Nicola Carlomagno- ma resta comunque una stagione straordinaria. Abbiamo fatto tanto e questa sconfitta non cancella il valore dei nostri ragazzi”.