Flavio Rocca è il nuovo scoutman

Manca meno di un mese dall’inizio della prossima stagione e lo staff tecnico della Rinascita si arricchisce di una nuova professionalità. Si tratta di Flavio Rocca, scoutman torinese, classe 1978 esperto e navigato “uomo di statistiche” , con esperienze internazionali e nazionali alle spalle. Laureato in Scienze Motorie all’Università di Torino, il neo addetto alle statistiche della Rinascita ha maturato una notevole esperienza sia nel maschile che nel femminile, anche a livello internazionale. Ex giocatore, Flavio Rocca ha iniziato ad allenare appena diciottenne nel settore giovanile del Volley San Paolo di Torino, prima di avviare un percorso di lavoro nel Centro Ricerche Scienze Motorie del capoluogo piemontese.
Nella stagione 2012/2013 l’ingaggio al Vbc Mondovì (B1 maschile) per ricoprire il ruolo di aiuto allenatore e scoutman. La stagione successiva la prima esperienza fuori dai confini nazionali, come addetto alle statistiche dello Sportclub Potsdam in Germania , dove a fine stagione conquista uno storico quinto posto nella Bundesliga femminile. Il ritorno in Italia, a Mondovì in serie B, coincide con la successiva promozione del 2015 in A2 del club piemontese, dove Rocca lavora anche nell’annata successiva. Nell’estate del 2016 lo scoutman torinese intraprende nuovamente la carriera internazionale e vola in Finlandia all’Hämeenlinna, con la squadra femminile , disputando sia il campionato e la Champions. Due anni fa in ritorno in italia sempre nel settore femminile con la Battistelli San Giovanni in Marignano, squadra che milita in A2, in un’annata che ha visto il club romagnolo vincere la coppa Italia di A2 e sfiorare la promozione in A1. Lo scorso anno è stato in A1 con la Landini Filottrano, dove ha svolto il ruolo di scoutman e poi di vice allenatore, conquistando la salvezza a fine stagione.

“Torno al maschile dopo tre stagioni tra le donne- spiega Flavio Rocca-. Sto lavorando per rimettermi in pari come conoscenza della categoria e dei giocatori e poter contribuire nel migliore dei modi al percorso della squadra e del club. Credo che possa essere un bel campionato, difficile, combattuto, ma non nascondo la speranza e l’ambizione di toglierci le nostre belle soddisfazioni nel corso della stagione, magari anche grazie ad un pubblico, che mi hanno, detto essere molto caloroso. Non vedo l’ora di iniziare e di conoscere tutti i componenti della squadra”.